Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

5 strategie per preparare la pelle all'abbronzatura

Il filtro solare non è tutto: altrettanto importante anche curare l'alimentazione e le applicazioni topiche

Non solo filtri solari, bisogna agire prima se vogliamo esporci al sole nel modo migliore evitando il rischio del photo-aging, cioè l'invecchiamento cutaneo indotto dagli ultravioletti. Per i dermatologi è evidente ma il messaggio spesso non passa.

Così, a lungo andare, si manifestano rughe, rughette, macchie, mollezze e lassità dei tessuti. Procediamo per gradi: nessuno di noi è simile all'altro e ognuno deve scegliere la propria protezione. Proponiamo 6 casi riguardanti la figlia e la mamma.

 

abbronzatura pelle

 

Una regola generale: l'alimentazione

I raggi ultravioletti fanno invecchiare ma questo non significa che si debba evitare il Sole. Anzi, il nostro astro fa benissimo se preso con giudizio (ad esempio, sintetizza l'essenziale vitamina D). La prima mossa per tutti (maschietti compresi) è curare l'alimentazione: va benissimo quella mediterranea. Quindi, per preparare la pelle all'abbronzatura, via libera a olio extravergine d'oliva, pomodori e passate, carote, broccoli, pesce fresco, agrumi, frutta e verdura di stagione, erbe aromatiche. Ma entriamo più nello specifico.

 

  1. Giovane donna: pelle chiara

Più vulnerabili, ma non è vietato esporsi al sole (evitando le ore di punta). In questo caso può essere utile una supplementazione con principi antiradicalici come betcarotene, licopene e astaxantina. Da iniziare un mese prima dell'esposizione. Anche la vitamina E, in supplementazione orale o crema.

Un altro consiglio è quello di preparare la pelle all'abbronzatura con vitamina C, zinco, selenio, estratto di Pino marittimo (titolato in picnogenolo) e coenzima Q10. E comunque, sarebbe importante, oltre a una crema viso a schermo totale, scegliere un latte corpo a protezione alta, uno stick per contorno occhi e labbra e un doposole antiossidante. Solare a fattore medio (6-8) per gli orari meno caldi.

 

  1. Giovane donna: pelle medio-scura

Se ci abbronziamo facilmente usiamo la stessa integrazione consigliata per la pelle chiara: il fatto che non ci si scotti facilmente non vuol dire che i raggi solari siano meno nocivi. Ci si può concedere un solare a protezione medio-bassa nelle ore in cui la radiazione del sole è meno intensa. 

 

abbronzatura pelle

 

  1. Per le cosiddette lucertole

C'è chi ama esporsi per lungo tempo al sole. Attenzione, però, in questo caso è ancora più importante preparare la pelle all'abbronzatura. Curiamo la pelle dall'interno (i dermatologi parlano di "dosaggi terapeutici") e dall'esterno con creme ricche di antiradicali liberi, grassi polinsaturi, vitamine, formulazioni botaniche, amminoacidi.  Sempre consigliate vitamina A, C, E, zinco, rame, selenio, manganese, picnogenolo e polifenoli del tè verde. In seguito può essere utile procedere all'attenuazione del danno con cosmeceutici, peeling ai retimoidi e antiossidanti per via orale.

 

  1. La mamma per prevenire macchie e rughe

Se non si vedono ancora i segni del tempo seguire le regole per la giovane donna di pelle chiara (punto 1). Se c'è secchezza cutanea prediligere i solari ricchi e nutrienti. In più, per le pelli mature si può optare per l'estratto di resveratrolo e, come antirughe, l'acido ialuronico in forma orale.

 

  1. Donna matura già macchiata e con rughe

Per preparare la pelle all'abbronzatura sono sempre valide le indicazioni per la giovane di pelle chiara aggiungendo un solare nutriente per viso e decolleté. Per le macchie incipienti bene una crema nutriente antiossidante prima del solare seguita da una protezione totale (filtri e antiradicali liberi). Come integrazione orale, sono particolarmente indicati il coenzima Q10, l'astaxantina e l'acido ialuronico.

 

Suggerimento librario

Su questo tema e molti altri relativi alla salute della pelle consigliamo caldamente il libro "Cambio pelle" di Riccarda Serri e Fabrizio Duranti (Sperling & Kupfer). Riccarda ha contribuito alla fondazione del Centro di Cosmesi dermatologica dell'università di Milano. Purtroppo, ci ha lasciato prematuramente: era un grande piacere ascoltarla, sempre generosa e sapiente nell'elargire consigli per tutti.

 

prenota visita dermatologica

Bibliografia: Riccarda Serri, Fabrizio Duranti, Cambio Pelle, Sperling & Kupfer 2012


13 luglio 2017


Approfondimento Benessere


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web