Europa contro il fumo: un obiettivo comune entro il 2040

Continua la battaglia del mondo e dell’ Europa contro il fumo: l'obiettivo è ridurre il tabagismo sotto la soglia del 5%

L' Europa contro il fumo sta sviluppando azioni concrete, in tutti i Paesi dell'Unione. Le linee guida della lotta al tabagismo sono contenute in un apposito documento denominato "articolo 14", redatto dalla Framework Convention on Tobacco Control dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Il tabagismo è considerato dall’OMS una vera e propria dipendenza. Al tempo stesso, con oltre 6 milioni di morti ogni anno, il tabacco è ancora la prima causa prevenibile di morte e di malattia a livello mondiale. Complessivamente, nell'ultimo decennio si contano ancora 50 milioni di decessi fumo-correlati.

A tale riguardo, l'OMS ha indicato un traguardo molto ambizioso: entro il 2040 portare il tabagismo al di sotto della soglia del 5% della popolazione.

Le linee operative per raggiungere questo obiettivo sono state indicate da uno specifico gruppo di esperti dell’OMS, denominato WHO Framework Convention on Tobacco Control - FCTC. Il documento si chiama “Articolo 14”: misure tendenti a ridurre la domanda in rapporto alla dipendenza dal tabacco e alla disintossicazione dal tabacco.

Ogni Paese si impegna quindi a elaborare e diffondere direttive appropriate, complete e integrate fondate su dati scientifici e sulle migliori pratiche, tenendo conto del contesto e delle priorità nazionali e adotta misure efficaci per promuovere la disintossicazione dal tabacco e l’adeguato trattamento della dipendenza nei confronti del tabacco.

L'obiettivo di un mondo senza tabagismo è arduo ma non impossibile, considerando i grandi risultati che già sono stati raggiunti. In particolare, l’OMS descrive una confortante progressione della quota di non fumatori tra gli adolescenti degli Stati membri che passa dal 78% del 2010 a una stima dell’81% nel 2025.

Tuttavia, un’analisi pubblicata su The Lancet dai ricercatori dell’Università di Auckland sottolinea che attualmente solo il 15% della popolazione mondiale ha accesso a programmi per la cessazione del fumo e meno del 10% è protetto da provvedimenti adeguatamente deterrenti.

In Europa si calcola che attualmente siano 700.000 all'anno le morti causate dal tabagismo, con costi sanitari di 25,3 miliardi di euro e costi per la ridotta produttività di 8,3 miliardi di euro.

L'impegno dell'Europa contro il fumo è stato recentemente rilanciato dall’European Policy Roundtable on Smoking Cessation, proponendo un’implementazione di servizi per supportare la disassuefazione dal tabagismo, in linea con l’Articolo 14.

Bibliografia: Beaglehole R, Bonita R, Yach D, et al. A tobacco-free world: a call to action to phase out the sale of tobacco products by 2040. Lancet 2015;385:1011-8.

Clancy L. European Expert Consensus Paper on the implementation of Article 14 of the WHO Framework Convention on Tobacco Control. Eur J Cancer Prev. 2016 Nov;25(6):556-7. doi: 10.1097/CEJ.0000000000000276.

20 febbraio 2017


Approfondimento Prevenzione

Medico di base - Pneumologo


Articoli correlati

Contenuto Web