Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Gli esercizi respiratori per la BPCO

Consigli ed esercizi utili per una respirazione corretta per chi è affetto da difficoltà respiratorie come la BPCO

Esistono molti esercizi respiratori per le persone affette da difficoltà come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Ne riportiamo alcuni qui di seguito. Ma prima è opportuna una piccola premessa per comprendere meglio in cosa consiste la respirazione.

Respirazione

 

Cos'è la respirazione

Ogni volta che respiriamo, entra nei nostri polmoni una certa quantità d'aria (inspirazione) ricca di ossigeno, un elemento essenziale per la vita. L'aria passa attraverso il naso o la bocca. Prosegue lungo le vie respiratorie, ossia dapprima in un canale molto ampio, chiamato trachea, per poi passare in due diramazioni un po' più strette chiamate bronchi principali destro e sinistro, da dove si sviluppano una serie di ramificazioni di canali sempre più sottili (chiamati bronchioli), che terminano in strutture a forma di minuscole sfere (chiamati alveoli). A questo livello avvengono gli scambi respiratori.

L'aria che ha raggiunto gli alveoli cede l'ossigeno al sangue dei capillari che circondano gli alveoli stessi. Nei capillari l'ossigeno è raccolto dai globuli rossi e trasportato in tutto il corpo, permettendo così la vita di tutti gli organi e tessuti.

L'aria che esce dai polmoni contiene invece anidride carbonica, ovvero un gas che deve essere eliminato dall'organismo e scambiato con l'ossigeno a livello degli alveoli stessi.

L'aria eliminata segue la strada opposta a quella che ha percorso l'ossigeno, attraversa i bronchi, la trachea, il naso o la bocca. Questa seconda fase della respirazione si chiama espirazione.

 

Respirazione

 

Esercizi respiratori per la BPCO

  1. Respirare con le labbra socchiuse

Respirare a labbra socchiuse è uno degli esercizi respiratori per la BPCO che aiuta a controllare la frequenza e la durata del respiro. Si impara così anche a respirare più profondamente e con minor fatica.

 

Ecco come fare:

a. Inalare lentamente attraverso il naso sino a quando non si sente che i polmoni sono pieni d'aria.

b. Stringere le labbra come se si volesse fischiare o soffiare su una candela.

c. Fare uscire l'aria lentamente, mantenendo le labbra socchiuse senza forzare.

d. Soffiare fuori l'aria, cercando di impiegare il doppio del tempo che è servito per inspirarla.

e. Non sforzarsi di svuotare completamente i polmoni.

Eseguire questo esercizio per pochi minuti più volte al giorno: pian piano diventerà un modo "naturale" di respirare.

 

  1. Respirazione diaframmatica

Spesso chi soffre di BPCO usa i muscoli respiratori in modo poco efficace. Per respirare meglio, si può imparare una tecnica particolare, chiamata "respirazione diaframmatica", uno degli esercizi respiratori per la BPCO tra i più utili.

Il diaframma è un muscolo posizionato nell'addome, trasversalmente, subito al di sotto dei polmoni. Quando il diaframma si contrae, la gabbia toracica si allarga e i polmoni vengono "stirati" verso il basso: questo permette all'aria di entrare nei polmoni.

Quando nei polmoni è entrata abbastanza aria, il diaframma si rilassa e i polmoni si svuotano da soli, con minor fatica, per un semplice fenomeno elastico.

 

Seguite queste indicazioni:

a. Stendersi sul letto, in posizione supina, rilassare le spalle; poi piegare le ginocchia.

b. Poggiare le mani sull'addome, subito sotto le costole.

c. Tirare dentro il fiato attraverso il naso gonfiando l'addome.

d. Trattenere il fiato per alcuni secondi e contrarre i muscoli addominali.

e. Fare uscire il fiato completamente, premendo l'addome con le mani e soffiando fuori l'aria a labbra socchiuse.

f. Ripetere tre volte questo esercizio e poi riposarsi per almeno tre minuti.

g. Ripetere questo esercizio per almeno venti volte, molte volte al giorno.

Si può eseguire lo stesso esercizio anche stando in piedi o seduto: ma, almeno all'inizio, la posizione distesa è preferibile.

 

respirazione

 

  1. Posizioni adeguate nei momenti di crisi respiratoria

Ci sono alcuni esercizi respiratori per la BPCO che possono aiutare a respirare meglio nei momenti di crisi.

 

Ecco le posizioni da assumere:

  • Da seduto

Poggiare bene i piedi per terra, divaricare le ginocchia, chinare leggermente il busto in avanti, poggiare il palmo delle mani sulle ginocchia. Tenere la schiena diritta e rilassare l'addome.

 

  • In piedi

Piegare leggermente il torace in avanti e poggiare le mani sulle cosce. Se si è vicini a un mobile o a un muro, poggiare le mani o l'avambraccio, chinare la testa in avanti e rilassare collo e spalle.

 

  1. Come liberare le vie aeree

La tosse controllata e la respirazione forzata aiutano a rimuovere le secrezioni dalle vie aeree nel modo migliore. Fare questi esercizi respiratori per la BPCO permetterà di risparmiare energia e aiuterà a prevenire le infezioni facilitate dal ristagno di un eccesso di muco nelle vie aeree.

 

Ecco come fare:

  • Per produrre una tosse efficace:

Prima di tutto sedersi comodamente. Appoggiare bene i piedi per terra e chinare leggermente la testa in avanti.

 

a. Fare una profonda inspirazione con il diaframma.

b. Trattenere il respiro per due secondi.

c. Fare due colpi di tosse tenendo la bocca semiaperta: col primo colpo di tosse si smuove il muco, col secondo lo si porta alla gola.

d. Sputare il muco in un fazzoletto e controllane il colore: se è giallo, verdastro o rosso, rivolgersi al medico.

e. Se non viene fuori espettorato, riposarsi un momento e poi ripetere tutta la manovra una o due volte.

 

  1. Come controllare lo stress e l'ansia

Pensieri poco piacevoli possono peggiorare le difficoltà respiratorie. Per ridurre la sensazione di ansia si possono seguire alcuni semplici consigli:

 

a. Svolgere le attività in proporzione alle proprie forze.

Imparare a riconoscere quali sono le attività che fanno venire l'affanno e pianificarle nel modo migliore.

Imparare a vivere alla giornata, momento per momento.

 

b. Essere positivi

Una situazione che oggi appare insormontabile, domani potrebbe trovare una facile soluzione.

Cercare di occupare la maggior parte del tempo nel fare cose che piacciono.

Parlare dei propri problemi con chi ci è caro.

Imparare a rilassarsi, usando eventualmente tecniche specifiche.

In momenti di crisi, chiedere consiglio al proprio medico.

 

c. Tecniche di rilassamento

Respirare profondamente.

Cercare di rilassare i propri muscoli.

Pensare a cose che fanno piacere.

Ascoltare musica o leggere.

 

In alcuni casi il medico potrà suggerire di praticare uno o più cicli di fisioterapia respiratoria presso un centro specializzato. Con la guida di un'assistenza qualificata si potranno imparare ad eseguire un piano di esercizi respiratori per la BPCO, da ripetere a casa da solo o con l'aiuto di un familiare.

 

prenota visita


1 aprile 2016


Approfondimento Salute


Medico di base - Pneumologo

Articoli correlati

Contenuto Web