Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Il fitness per potenziare muscoli e cervello

Attività fisica e stimolazione cognitiva per la nascita di nuovi neuroni

Che l’attività fisica faccia bene anche alla salute mentale è noto. Ma forse non tutti sanno che è possibile fare fitness per potenziare muscoli e cervello. «Il potenziamento muscolare e quello cognitivo sono alla portata di tutti, e si completano - afferma Giuseppe Alfredo Iannoccari, neuropsicologo, presidente di Assomensana.- «È stato dimostrato che 30-45 minuti di jogging, fatti regolarmente, stimolano del 10% circa la nascita di nuovi neuroni nell’ippocampo, nucleo del cervello fondamentale per la memoria».

 

Il fitness per potenziare muscoli e cervello va proseguito anche dopo gli “anta”

«Ma ogni sport stimola competenze cognitive diverse - prosegue Iannoccari -. Attività di squadra come calcio e rugby, per esempio, alternano tempi di massima concentrazione, velocità di elaborazione e controllo del movimento con tempi di riflessione.

Basket e pallavolo sono diversi: il gioco esige concentrazione, velocità e controllo del campo e dei compagni di squadra senza pause. Possiamo adattare queste considerazioni a tutti gli altri sport, di coppia o individuali (tennis, atletica, danza): la stimolazione muscolare coinvolge aree cerebrali differenti, ottenendo vantaggi a largo spettro. Va da sé che, anche dopo gli “anta” il fitness per potenziare muscoli e cervello non va trascurato, ma adattato man mano alle proprie capacità».

 

fitness muscoli cervello

 

Un perfetto mix di arrività fisica e stimolazione cognitiva

Arricchire il parco neuronale con cellule nuove di zecca, però, non basta: bisogna anche mantenerle attive e in grado di funzionare al meglio. «La ricetta completa del fitness per potenziare muscoli e cervello è quindi un’armoniosa combinazione tra attività fisica, per rifornire il patrimonio cerebrale di cellule nuove, associata alla stimolazione cognitiva, per mantenerle fresche e in salute, capaci di sviluppare connessioni lunghe e ramificate con gli altri neuroni, vicini e lontani».

 

Muscoli e cervello: un meccanismo sottile gestito da precisi compiti di due molecole

Per ottenere risultati così positivi occorrono due molecole: NGF (fattore di crescita nervosa) e BDNF (fattore neurotrofico di derivazione cerebrale), fondamentali per il successo del fitness per muscoli e cervello:

«I compiti sono ben assegnati: senza BDNF la nascita di nuovi neuroni è quasi assente e senza NGF le connessioni tra neuroni non nascono né si allungano» precisa Iannoccari. «Per non restare mai a corto di entrambe, però, bisogna stimolarne la sintesi attraverso l’allenamento, sia cognitivo sia muscolare. Insomma, il circolo virtuoso muscoli-cervello è un processo che si autoalimenta».

 

fitness muscoli cervello

 

Il fitness per potenziare muscoli e cervello iniziato in tenera età migliora la cognitività

«Il fitness per potenziare muscoli e cervello dovrebbe essere iniziato al più presto. Già alla scuola materna e alle elementari, programmi cognitivi su misura migliorano fino al 20% l’attenzione, il ragionamento, la creatività e la memoria. Tanto più consistente sarà questo “gruzzolo mentale”, tanto meglio il cervello saprà far fronte agli eventi stressogeni della vita» prosegue Iannoccari.

 

Dopo i 50 non abbandonare mai l'allenamento cognitivo e fisico

E dopo i 50 anni? «Mai abbandonare la curiosità di imparare nozioni nuove (allenamento cognitivo), o un nuovo movimento (attività fisica), per stimolare il BDNF e la nascita di nuovi neuroni (neurogenesi); in questo modo, anche l’NGF si attiva, promuovendo i collegamenti tra cellule nuove o già presenti (neuroplasticità); anche dopo i 50 la trama del tessuto cerebrale si infittisce (alta riserva cognitiva) ed è più resistente al trascorrere del tempo».

 

vai ai prodotti fitness

Fonti: www.assomensana.it


18 luglio 2017


Approfondimento Fitness


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web