Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Il piatto unico offre più di un vantaggio alla salute

Come comporre il piatto unico e quando consumarlo

Grazie a una composizione bilanciata e gustosa, il piatto unico è un vantaggio per la salute: soddisfa il palato nell’immediato, ma soprattutto mette in moto più facilmente quel senso di sazietà che permette di arrivare al pasto successivo con la giusta sensazione di fame. Lo conferma Marisa Porrini, docente di Nutrizione applicata, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente dell’Università di Milano:

«La sazietà è un meccanismo complesso che si realizza nel cervello, dove vengono integrati gli stimoli sensoriali (gusto) e psicologici (aspetto, scelta, anticipazione) indotti dal cibo. Sappiamo che la sazietà ha una fase immediata, su cui si regola l’entità del pasto che viene consumato in quel momento, seguita da una fase a lungo termine, regolata dai tempo di digestione e dal metabolismo e che definisce la lunghezza degli intervalli tra un pasto e l’altro, riducendo il senso di fame e la necessità di “snacking” compulsivo».

 

piatto unico salute

 

Che cosa ostacola questo semplice processo? La continua offerta di cibo allettante, troppo ricco di energia, ma che non promuove la sazietà a lungo termine. «Confrontiamo 100 calorie di un dolcetto (cibo ad alta densità energetica) e 100 calorie di un piatto di insalata (cibo a bassa densità emergetica)» chiarisce Porrini.

«Cento calorie di un dolcetto sono una quantità mimina, che viene consumata in pochi minuti e lascia spazio alla “voglia” di un secondo dolcetto; non così per 100 calorie di un piatto d’insalata, una quantità di alimento consistente e non troppo allettante così com’è, ma che possiamo rendere non solo appetitoso, ma anche saziante».

 

piatto unico salute

 

Ecco perché l’insalata è un ben noto punto di partenza per un piatto unico dai molti vantaggi per la salute: l’aggiunta di altri vegetali (carote, pomodori, mais, cipolle, peperoni crudi, olive, semi, legumi), aggiungere proteine (pesce, o formaggio, o carne bianca, o più raramente salumi), condire con un filo d’olio, fornisce un apporto calorico bilanciato per un pasto di mezzogiorno e stimola sia la soddisfazione immediata sia la sazietà a lungo termine.

«I vegetali stimolano la distensione gastrica, primo fattore che promuove la sazietà immediata; la varietà degli altri ingredienti stuzzica la parte sensoriale soddisfacendola in modo graduale e prolungando nel tempo la sensazione di pasto saziante».

 

I tempi di digestione del piatto unico sono un vantaggio per la salute, anche perché permettono di assimilare con maggior lentezza i diversi componenti. Un fattore decisivo soprattutto se pensiamo al piatto unico di pasta, o alla fetta di pizza. «Se ai carboidrati di base si aggiungono pomodoro, olio, verdure, oppure formaggio, o pesce, o carne, o legumi (pasta e ceci, pasta e lenticchie, pasta e fagioli) si compone un patto unico che soddisfa il gusto immediato e che va a tutto vantaggio del clontrollo della glicemia, perché i tempi di digestione sono rallentati e l’insulina non viene stimolata in modo immediato e massiccio» ricorda Livia Augustin, del Clinical Nutrition and Risk Factor Modification Center, St. Michael’s Hospital, Toronto (Ontario, Canada).

La distensione gastrica è assicurata, così come il senso di sazietà a lungo termine. «Ancora: perché non optare per una pasta integrale? In questo modo non solo si controlla meglio la glicemia, ma si forniscono anche vitamine e minerali assenti nei cereali raffinati».

 

fai il test

 

Fonti: http://www.nutrition-foundation.it/upload/FrontEnd/doc_0fadcf83-c2d4-4d65-9d93-fa225f8d69dd.axd

 


2 dicembre 2016


Alimentazione Approfondimento


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web