Impacco di zenzero per i dolori

Distorsioni e strappi muscolari? Un impacco di zenzero contro i dolori!

Non è solo una cultura alimentare, un modo per scegliere e preparare i cibi, come è stata recepita in Occidente. La scuola giapponese della Macrobiotica propone anche rimedi per vari malanni, come l'impacco di zenzero per i dolori. Utile anche per gli sportivi alle prese con strappi muscolari e distorsioni.

Una scuola orientale

Secondo questa visione medica – che origina dalla Medicina Tradizionale Cinese – il ristagno energetico in alcune parti del corpo causa dolore, così come gli accumuli di liquidi e il logoramento della vitalità e della funzione.

Spiega Michio Kushi, tra i più influenti discepoli del fondatore della Macrobiotica Georges Ohsawa (1893- 1966): «Con gli impacchi di zenzero gli umori corporei ricominciano a circolare e piano piano tutti i tessuti trattati vengono irrorati da sangue nuovo, che li purifica e li nutre. Gradatamente i tessuti si ammorbidiscono e si rivitalizzano».

Nel frattempo, si allevia il dolore. L'impacco di zenzero per i dolori si consiglia anche per torcicollo, mal di schiena e dolori articolari.

 

Una semplice ricetta

Vediamo la ricetta originale, molto semplice da preparare (lo zenzero fresco ormai si trova in qualsiasi supermercato).

- Prima di tutto bisogna preparare l’acqua di zenzero.
- Grattugiate circa 100 grammi di radice di zenzero fresca. Mettete il tutto in un sacchettino di cotone e chiudete con un nastro.
- Fate bollire 4 litri d’acqua. Abbassate la fiamma in modo che l’acqua bolla solo leggermente (un eccesso di calore può ridurre l’efficacia del rimedio).
- Immergete il sacchetto di zenzero e lasciate sobbollire per circa 5 minuti. Prima di togliere il sacchettino spremetelo bene.

Una scuola orientale

Come si applica

Una volta preparata l’acqua di zenzero si usa subito quando è ancora calda (possiamo mantenerla calda su una piastra elettrica).
Prendete un panno da cucina e immergetelo nell’acqua, strizzate e applicate sulla parte dolente. L’acqua deve essere ancora fumante, ovviamente non così tanto da provocare ustioni.

In genere, il trattamento è di 20-30 minuti. Ogni tanto bisogna cambiare impacco, perché avrà perso calore. Lo facciamo immergendo di nuovo il canovaccio nell’acqua calda, per 6-10 volte. L'impacco di zenzero per i dolori si può ripetere più volte al giorno.

 

Le controindicazioni

Gli impacchi di zenzero prevedono alcune controindicazioni. Non si usano su persone, parti del corpo o condizioni troppo yang.
Quindi evitiamo in caso di mal di testa, mal di denti, febbre alta o per curare infiammazioni interne come appendicite o polmonite. Da evitare anche nei bambini piccoli e negli anziani, momenti fortemente yang della vita. Nelle donne in gravidanza non si applicano sul ventre.

BIBLIOGRAFIA: Michio Kushi, Il libro dei rimedi macrobiotici, Edizioni Mediterranee; L'altra medicina magazine, www.laltramedicina.it

19 maggio 2017


Approfondimento Benessere Fitness

Giornalista professionista


Articoli correlati

Contenuto Web