L’agopuntura a misura di neonati contro le coliche dei lattanti

Un’agopuntura con minima stimolazione, a misura di neonati, sembra efficace nel ridurre le coliche dei lattanti

L’agopuntura nelle coliche dei lattanti può ottenere buoni risultati, almeno secondo uno studio svedese (Università di Lund, Dipartimento di Scienze della Salute), condotto su 144 neonati tra 2 e 8 settimane che, complessivamente sani, soffrivano però di coliche, espresse con il tipico pianto inconsolabile per almeno 3 ore al giorno e per almeno 3 giorni alla settimana. Questo disturbo, doloroso per il piccolo e molto stressante per i genitori, è presente in circa una famiglia ogni cinque. 

La pratica dell’agopuntura contro le coliche dei lattanti è stata evidentemente adattata ai piccoli pazienti, confrontando per due settimane tre modalità: nessun intervento (modalità di controllo), due sessioni alla settimana di agopuntura minima standard in un punto preciso (L14) per 2-5 secondi, ma senza stimolazione (A); infine due sessioni alla settimana di agopuntura condotta per 30 secondi, con stimolazione minima in cinque punti selezionati (B). 

Ai genitori è stato poi chiesto di monitorare quantità e intensità del pianto da coliche non solo nei giorni successivi alle sessioni di agopuntura, ma anche per tutta la prima settimana dopo la conclusione del trattamento. Ed ecco i risultati: in tutti i piccoli pazienti, sia dei due gruppi trattati, sia del gruppo di controllo, quantità e intensità del pianto sono man mano diminuite, seguendo in questo il normale andamento delle coliche infantili.

Ma, tra i tre gruppi di neonati trattati con agopuntura per le coliche, sono emerse differenze significative: infatti, per 31 piccolini nel gruppo di controllo l’intensità delle coliche non è diminuita, a confronto con 21 lattanti del gruppo B (agopuntura con stimolazione minima di 30 secondi) e 16 neonati del gruppo A (agopuntura senza stimolazione per 2-5 secondi). Da parte del team che ha condotto la ricerca si sottolinea inoltre che i piccoli pazienti hanno tollerato bene l’agopuntura: nel totale dei 388 trattamenti praticati, soltanto in 157 casi i neonati hanno pianto, ma per meno di un minuto e in 31 casi il pianto ha superato di poco i 60 secondi. 

La conclusione dei ricercatori è ovvia: «Pratica antica e collaudata per i suoi effetti antidolorifici e rilassanti, particolarmente adatta a riequilibrare le funzioni intestinali, l’agopuntura è modulabile anche sulle esigenze di soggetti così delicati. In questo studio, l’agopuntura nelle coliche dei lattanti ha dimostrato di poter ottenere buoni risultati, a patto che si tratti di coliche inquadrate come tali dal pediatra e che l’agopuntura sia condotta da agopunturisti specificamente formati». 

Bibliografia:

Kajsa Landgren, Inger Hallström - Effect of minimal acupuncture for infantile colic: a multicentre, three-armed, single-blind, randomised controlled trial (ACU-COL) – Acupunct. Med 2017;0:1–9. doi:10.1136/acupmed-2016-011208

07 dicembre 2017


Approfondimento Benessere

Giornalista professionista


Articoli correlati

Contenuto Web