Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

La bicicletta per andare al lavoro migliorando la salute

Andare al lavoro in bicicletta protegge la salute meglio del camminare, anche usando in parte l’auto o i mezzi pubblici

Usare la bicicletta o camminare per andare al lavoro è un ottimo modo di fare attività fisica con ripercussioni positive sulla salute, dimostrate ed evidenti a lungo termine. Chi può dovrebbe preferire la biciletta perché, secondo questo studio britannico condotto su 263.540 persone, questa modalità di spostamento riduce in modo significativo il rischio di malattie cardiovascolari, metaboliche (diabete in primo luogo) e oncologiche, che si riverbera in modo altrettanto positivo sulla mortalità per tutte le cause.

Andare al lavoro a piedi è comunque salutare, ma i vantaggi sono evidenti sul solo versante cardiovascolare. Non è comunque poco, perché diminuisce sia il rischio di malattie vascolari, sia di eventi vascolari (infarto e ictus), sia di conseguenza la mortalità.

Gli effetti positivi della modalità attiva di spostamento (usare la bicicletta o camminare) sono tra l’altro dose-dipendenti e si confermano invariati anche considerando età, sesso, abitudine al fumo, peso e così via.

 

bici salute

 

I risultati della ricerca

I risultati di questa ricerca sono particolarmente affidabili, in quanto scaturiscono fa parte dall’amplissimo studio UK Biobank, che ha coinvolto uomini e donne, di età compresa tra 40 e 69 anni, in 22 centri tra Inghilterra, Scozia e Galles. In questo braccio di UK Biobank è stata valutata l’associazione tra livelli di attività fisica connessi con il mezzo utilizzato per andare al lavoro (bicicletta, camminare, solo mezzi pubblici o solo auto, oppure modalità mista) e salute a lungo termine.

 

I risultati sono molto netti e si possono riassumere così:

  • utilizzare la bicicletta per andare al lavoro, anche in modalità mista (fino a un parcheggio pubblico, alla fermata di treno, metro e così via) ottiene i migliori risultati sul versante della fitness cardiorespiratoria;
  • camminare per andare al lavoro , anche in modalità mista, spermette di raggiungere livelli migliori di attività fisica complessiva nella giornata, ma non incide in modo altrettanto significativo sulla fitness cardiorespiratoria;
  • chi usa la bicicletta, anche alternandola nel percorso con auto e mezzi pubblici, ottiene vantaggi evidenti e significativi nella riduzione del rischio di mortalità per tutte le cause (fino al 40%) rispetto a chi può solo camminare o a chi deve usare solo mezzi propri o pubblici;
  • il risultato sulla mortalità totale ottenuto dai ciclisti comprende anche la riduzione del rischio di mortalità per tumore;
  • usare la bicicletta o camminare per andare al lavoro, anche spezzando il percorso con auto/mezzo pubblico, è complessivamente molto più salutare rispetto alla scelta di una modalità esclusivamente passiva, perché abbatte comunque il rischio sia di mortalità per cause cardiovascolari, sia di malattie cardiovascolari e di eventi cardiovascolari fatali e non fatali;
  • tutte queste associazioni sono dose-dipendenti: vale a dire che a maggior livello di attività corrisponde una maggiore protezione.

 

bici salute

 

Conclusioni

Usare la bicicletta o camminare per  andare al lavoro contribuisce a raggiungere i livelli settimanali di attività fisica raccomandati dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). È ovvio che la bicicletta richieda uno sforzo maggiore rispetto al camminare (nessuno può permettersi di fare jogging per andare al lavoro). Camminare  ottiene buoni risultati soltanto se si percorrono in una settimana almeno 9,6 chilometri, per un totale di almeno due ore a un velocità tipica di 4,8 chilometri) all’ora.

 

vai ai prodotti fitness

Bibliografia: Celis-Morales CA, Lyall DM, Welsh P, Anderson J, Steell L, Guo Y, Maldonado R, Mackay DF, Pell JP, Sattar N, Gill JMR - Association between active commuting and incident cardiovascular disease, cancer, and mortality: prospective cohort study.- British Medical Journal 2017 doi: 10.1136/bmj.j1456.


26 giugno 2017


Approfondimento Fitness


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web