La dipendenza da nicotina

In cosa consiste la dipendenza da nicotina e come vincerla

La dipendenza da nicotina causata dal fumo di sigaretta è stata ormai classificata dagli esperti come tabagismo, una vera e propria tossicodipendenza.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questa dipendenza, caratterizzata da due componenti: dipendenza fisica dalla nicotina e dipendenza psicologica dalla sigaretta.

Come funziona il meccanismo della dipendenza da nicotina

La nicotina viene elaborata rapidamente dall’organismo: in 10 secondi dall’inalazione, il 30% della nicotina assorbita raggiunge il cervello. Il cervello del fumatore, stimolato dalla nicotina, percepisce una sensazione di piacere. Ma questo effetto artificiale scompare rapidamente e c’è presto bisogno di un’altra “dose”, ossia di un’altra sigaretta. La dipendenza da nicotina trascina con sé tante sostanze tossiche contenute nel fumo di sigaretta, soprattutto:

- monossido di carbonio, che toglie ossigeno ai tessuti;

- agenti ossidanti, che portano a bronchite ed enfisema;

- catrame, che contiene molte sostanze cancerogene.

Oltre alla dipendenza fisica, si instaurano automatismi tra il gesto di fumare e le sensazioni piacevoli che il fumo procura, diventa così abituale accendere una sigaretta, per esempio, dopo il caffè, in compagnia di altri fumatori, davanti alla tv.

Per vincere la dipendenza da nicotina il medico può dare un valido aiuto

È abbastanza logico quindi che, come quando si vuole liberarsi da una qualsiasi altra tossicodipendenza, si cerchi aiuto per smettere di fumare. Altrettanto logico che tale aiuto lo possa offrire il medico, con il supporto di strumenti specifici, studiati e affidabili, che possono essere farmaci o tecniche comportamentali. Con il medico può essere quindi definita una strategia su misura, personalizzata secondo le proprie condizioni di salute, la propria personalità e il proprio grado di dipendenza.

Per vincere la dipendenza da nicotina il medico può dare un valido aiuto

Serve in media un anno per la superare la dipendenza da nicotina

Il percorso sarà lungo, perché la totale disassuefazione dalla dipendenza fisica si ha nell’arco di un anno. Questo è il tempo necessario perché le cellule che hanno prodotto abbondanti recettori alla nicotina, sotto lo stimolo della nicotina stessa, tornino alla condizione di normalità e smettano quindi di richiedere tale sostanza. Ma i primi successi saranno comunque già evidenti dopo le prime settimane, man mano che si ridurrà il bisogno fisico della nicotina e si rinforzerà la propria forza di volontà.

Fonti Strandberg AY, Strandberg TE, Pitkälä K, et al. The effect of smoking in midlife on health-related quality of life in old age: a 26-year prospective study. Arch Intern Med 2008;168:1968-74./  American Cancer Society, Guide to quitting smoking. When Smokers Quit- The Health Benefits of Quitting, http://www.cancer.org/acs/groups/cid/documents/webcontent/002971-pdf.pdf/  Hughes JR, Keely J, Naud S. Shape of the relapse curve and long-term abstinence among untreated smokers. Addiction 2004;99:29-38./  Stead LF, Perera R, Bullen C, et al. Nicotine replacement therapy for smoking cessation. Cochrane Database Syst Rev 2012;11:CD000146.5. Patel RR, Ryu JH, Vassallo R. Cigarette smoking and diffuse lung disease./ Drugs 2008;68:1511-27.

24 novembre 2016


Approfondimento Benessere

Medico di base - Pneumologo


Articoli correlati

Contenuto Web