La prevenzione delle infezioni da funghi alle unghie anche in vacanza

I migliori consigli per il mare e per la montagna

La prevenzione delle infezioni da funghi alle unghie in vacanza è un aspetto spesso trascurato. Si pensa infatti che le onicomicosi (denominazione medica) siano meno frequenti in vacanza. Le infezioni da funghi alle unghie, infatti, attaccano soprattutto alluce e secondo dito del piede (più rare sono le onicomicosi alle mani): per questo si pensa che, al mare, la costante esposizione ad aria e sole abbia un effetto protettivo. Così non è. Infatti, le linee-guida della SIDeMAST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattia Sessualmente Trasmesse) sottolineano tutti i fattori che, anche in vacanza, espongono le unghie, soprattutto quelle dei piedi, al rischio di infezioni da funghi.

Prevenzione in spiaggia

La prevenzione delle infezioni da funghi alle unghie al mare inizia in spiaggia. I funghi che colpiscono le unghie (dermatofiti) proliferano soprattutto in presenza di umidità e calore e nei luoghi frequentati da molte persone. Quindi le precauzioni in spiaggia devono essere le stesse che si raccomandano in piscina, sauna, bagno turco, palestra: usare le ciabattine il più possibile, soprattutto quando si utilizzano le docce e le toilette e si cammina nelle parti comuni (bar, passerelle).

Sciacquare sotto la doccia e asciugare con cura le dita una a una, dopo ogni bagno di mare: la sabbia umida non è un terreno sterile e l’acqua salata favorisce il mantenimento dell’umidità locale e la macerazione della pelle, terreno ideale per l’attecchimento e la proliferazione dei dermatofiti. Infine, chi soffre di sudorazione eccessiva dovrebbe utilizzare i prodotti adatti anche indossando i sandali, soprattutto se di materiale diverso dal cuoio.

La maggiore attenzione alla prevenzione delle infezioni da funghi alle unghie è imperativa per: chi ha già sofferto di onicomicosi, perché è più soggetto a recidive; chi ha subito un trauma recente alle unghie, perché le ha rese più deboli; gli anziani, perché le difese sono meno pronte e meno forti; chi soffre di cattiva circolazione agli arti inferiori (come i diabetici); chi soffre di psoriasi, che abbassa le difese immunitarie e rende più fragile la pelle.

Prevenzione in montagna

La prevenzione delle infezioni da funghi alle unghie in montagna punta alla scelta delle migliori calze e calzature per lo sport e al rispetto delle norme di igiene accurata suggerite anche per la spiaggia. Se umidità e calore favoriscono l’attecchimento dei dermatofiti, scegliere calze che mantengano i piedi freschi e asciutti anche durante le escursioni è fondamentale (cotone e lana). Calze che devono essere cambiate ogni giorno e lavate accuratamente alle temperature più alte consentite. Le scarpe da trekking o le sneakers devono essere comode, in modo da non causare sfregamenti e microtraumi alle dita e/o alle unghie, e il più possibile traspiranti. Dopo l’uso è opportuno lasciare le calzature all’aria: se umide all’interno, meglio riempirle con pallottole di carta non patinata. Quanto alle norme di igiene, sono ovviamente le stesse consigliate per il mare.

Prevenzione pedicure

Le procedure di pedicure per prevenire le infezioni da funghi alle unghie vanno fatte con attenzione. L’Osservatorio nazionale Onicomicosi ricorda che è necessario non esporre i margini e il contorno delle unghie all’attacco dei dermatofiti, tagliando l’unghia in orizzontale e limitando al minimo l’arrotondamento degli angoli. La buona salute dell’unghia si difende anche evitando di utilizzare un levasmalto aggressivo e disidratante (oggi ci sono prodotti più rispettosi dell’unghia rispetto al tradizionale acetone) e strofinando la superficie libera dallo smalto con olio di mandorle, oppure con una miscela di olio d’oliva e limone. Il tessuto delle unghie è vivo e soffre la mancanza di aria, che lo rende fragile e più soggetto all’attacco dei dermatofiti. Per questo sarebbe opportuno limitare l’uso degli smalti semipermanenti, che non lasciano “respirare” l’unghia e, ancora più, delle ricostruzioni con gel, che distruggono la struttura dell’unghia.

Prevenzione pedicure
Fonti: http://www.sidemast.org/download/sidemast_20141027165828.pdf, http://www.sidemast.org/blog/facciamo-piu-attenzione-alle-unghie/

18 agosto 2016


Approfondimento Prevenzione

Giornalista professionista


Articoli correlati

Contenuto Web