Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Le proprietà del sale di miniera

Scaturisce direttamente dal ventre della terra dove un tempo c'era il mare. Andiamo alla scoperta delle proprietà del sale di miniera

Da introdurre nell'alimentazione, oppure a fini cosmetici. Se ne possono fare anche pediluvi e bagni. Quali sono le proprietà del sale di miniera? Intanto, è necessario fare una distinzione.

Tra i tipi di sale c'è quello coltivato mediante evaporazione diretta come sulle coste francesi, israeliane o del Pacifico. Il sale da miniera, invece, viene estratto dalla terra, laddove si trovavano antichi fondi marini. Si tratta di un prodotto che contiene al suo interno una serie di oligoelementi che non si trovano nel sale raffinato, sottoposto a un particolare procedimento chimico di sbiancatura. Sale integrale, dunque.

 

proprietà sale di miniera

Le proprietà del sale di miniera dipendono appunto dal loro contenuto. Una breve rassegna chiarirà il concetto

 

  • Sale dell'Himalaya

Si estrae da giacimenti che, un tempo, erano lambiti dal mare. Famoso il sale rosa, ricchissimo di microelementi (il colore è dovuto all'ossido di ferro). Si può usare in cucina, per trattamenti di bellezza (scrub, peeling), per un bagno ritemprante a temperatura corporea (circa un chilogrammo nella vasca). Oppure, si produce una soluzione idrosalina aggiungendo i cristalli in acqua e lasciandoli sciogliere fino a saturazione. La miscela viene solitamente utilizzata per pediluvi, per gargarismi, lavaggi nasali in caso di raffreddori cronici o anche a scopo esfoliante per il viso e il corpo. Notevole anche la produzione di lampade di sale rosa, che rilasciano una bellissima luce diffusa: qualcuno dice che siano in grado di disperdere nell'ambiente ioni negativi cui si attribuiscono effetti salutari.

 

  • Sale di Epsom

Si estrae nei pressi dell'omonima cittadina inglese. Le proprietà del sale di miniera si devono al solfato di magnesio. Sciogliendolo in una base (anche il miele) trova indicazione per ripulire gentilmente i pori della pelle, per alleviare i sintomi cutanei di eczemi e psoriasi o anche, disciolto nell'acqua del bagno, per contrastare stati di sovraffaticamento e gonfiori alle estremità. Varie ricette sono dedicate ai capelli mentre si può anche assumere per bocca, alla dose di un cucchiaino in un bicchiere d'acqua: oltre all'effetto lassativo, la soluzione è ritenuta digestiva da alcuni naturopati e utile in caso di calcoli biliari. In ultimo, c'è anche chi usa i sali di Epsom per nutrire le piante di casa e tenere lontani i parassiti.

 

proprietà sale di miniera

 

  • Salgemma

Non sottovalutiamo le proprietà dei sali di miniera italiani: la salgemma, o sale di rocca, estratta soprattutto in Sicilia, Toscana e Calabria. I cristalli sono costituiti da cloruro di sodio con un elevato grado di purezza e a volte non hanno bisogno di processi di raffinazione per eliminare le impurità. Sempre consigliato per prendere bagni e pediluvi, oltre che come sale da cucina.

 

  • Altri sali colorati

Di più difficile reperibilità i sali neri come quelli provenienti dall'isola hawaiana di Molokai, che si distinguono per la presenza di composti vulcanici. Interessante anche il "sale nero" indiano di Kala Namak che, però, è di colore viola: da quelle parti è un condimento ed ha un sapore che ricorda le uova (per questo apprezzato dai vegani). Particolare il Blu di Persia, una salgemma ricca di potassio e speziato. Merita un accenno anche il sale rosso delle Hawai, ottenuto per evaporazione e che trae il colore da argille ricche di ferro: molto apprezzato in ambito culinario.

Un'ultima considerazione riguarda i cosiddetti "fiori di sale".  Si ottengono da saline ma non si procede alla raffinazione e non si aggiungono additivi. Molto conosciuti i fiori della Camargue, il "grigio" di Guérande in Bretagna e di Algarve in Portogallo. Ma anche noi abbiamo i nostri: tra cui quelli di Cervia, di Trapani e della Sardegna.

 

proprietà sale di miniera

 

leggi altri articoli

 

Fonti:- Ghazi S et al. An overview of tectonosedimentary framework of the Salt Range,
northwestern Himalayan fold and thrust belt, Pakistan. Arabian Journal of Geosciences, febbraio 2014.
- Freeman S. How salt works. HowStuffWorks Science. http://science.howstuffworks.com/innovation/edible-innovations/salt2.htm
- Peter Ferreira, Barbara Hendel. Acqua e sale, Macro Edizioni 2012
- Netdoctor: http://www.netdoctor.co.uk/healthy-eating/advice/a26071/benefits-of-himalayan-pink-sea-salt/
- Scienza e Conoscenza: http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/sale-rosa-himalaya-salute.php
- David Lebovitz: http://www.davidlebovitz.com/2006/09/fleur-de-sel-de-1/
- L'Altra Medicina Magazine n° 52
- L'Altra Medicina Magazine n° 23
- L'altra Medicina Magazine. Acqua e sale: rigenerarsi con il più naturale degli elementi. http://www.laltramedicina.it/notizie/594-acqua-e-sale-rigenerarsi-con-il-pi-naturale-degli-elementi.html

 

Condividi sui social!


21 settembre 2016


Approfondimento Benessere


Giornalista professionista