Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Le proteine di latte, latticini e uova

Le proteine di latte, latticini e uova sono definite ad alto valore biologico perché meglio utilizzate dall’organismo

Latte, latticini e uova non devono mai mancare nei menu settimanali, ad ogni età. Questo quanto suggerito dalle linee guida nutrizionali secondo cui questi alimenti assicurano proteine ad alto valore biologico.

 

Che cosa significa?

Le proteine di latte, latticini e uova sono quelle che l’organismo assimila e riesce a utilizzare più facilmente rispetto alle altre fonti animali, cioè pesce e carne sia bianca sia rossa. Un capitolo a parte deve essere invece riservato alle proteine vegetali, fornite da cereali (soprattutto se integrali) e legumi.

 

 

I nutrienti di latte, latticini e uova? Sono anche vitamine, minerali e... grassi

Le proteine animali, ad alto valore biologico, non sono i soli nutrienti che questi cibi garantiscono al consumatore: minerali e vitamine in buona quantità e varietà completano il profilo di latte, latticini e uova.

Anche i grassi presenti in questi alimenti sono stati oggi riabilitati: le ricerche più recenti hanno infatti dimostrato che i grassi di latte, latticini e uova, se consumati all’interno di un’alimentazione bilanciata, non sono così decisivi nell’influenzare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

 

 

Le proteine di latte, latticini e uova non devono essere le uniche

Per comporre un’alimentazione bilanciata, le proteine di latte, latticini e uova non devono essere la fonte esclusiva nell’arco della settimana, anche se hanno un ruolo prevalente: infatti le linee guida consigliano due porzioni al giorno tra latte e yogurt, preferendo quelli a ridotto contenuto di grassi (ma non totalmente scremati).

Quanto ai formaggi, alimenti molto più calorici, le indicazioni suggeriscono di non superare le due porzioni alla settimana.

 

vai all'eshop

 

Uova fino a 4 volte alla settimana, carne 2 volte

Le uova possono essere introdotte fino a quattro volte alla settimana, dando una netta preferenza alle preparazioni più semplici e non usando burro per la cottura.

Alle carni bianche sono destinati due pasti settimanali; la carne rossa andrebbe limitata a poco più di una porzione, mentre le carni lavorate dovrebbero rappresentare meno di un’occasione nei 7 giorni.

 

 

Tra quelle di origine animale sono da preferire le proteine di latte, latticini e uova

In conclusione, le proteine di latte, latticini e uova sono da preferire nell'ambito di quelle fornite da alimenti di origine animale, ricordando che le necessità proteiche di un organismo sano variano in funzione di sesso, età e condizioni individuali.

Qui di seguito ecco le indicazioni tratte dalle linee guida della SINU (Società italiana di nutrizione umana) del 2014:

  • Per i lattanti tra 6 e 12 mesi, l’assunzione raccomandata di proteine è di 1,32 g/kg peso
  • Fascia 1-3 anni: 1,00 g/kg peso
  • Fascia 4-6 anni: 0,94 g/kg peso
  • Fascia 7-10 anni : 0,99 g/kg peso

ADOLESCENTI MASCHI:

  • 11-14 anni: 0,97 g/kg peso
  • 15-17 anni: 0,93 g/kg peso

ADOLESCENTI FEMMINE:

  • 11-14 anni: 0,95 g/kg peso
  • 15-17 anni: 0,90 g/kg peso

ADULTI MASCHI:

  • 18-59 anni: 0,90 g/kg di peso

ADULTE FEMMINE:

     -    18-59 anni 0,90 g/kg di peso

 

fai il test

Fonti: http://www.sinu.it/html/pag/tabelle_larn_2014_rev.asp archiviato in: http://www.webcitation.org/6iKobkYEL

 

Condividi sui social!


4 aprile 2016


Alimentazione Approfondimento


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web