Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

1

Qualora, giustamente, non volessimo rinunciare alla nostra corsettina nel parco, anche a temperature rigide, è opportuno seguire alcune norme. Soprattutto per metterci al riparo dalle conseguenze del freddo: infortuni e raffreddamenti. Questo vale, naturalmente per gli sport invernali e per tutti gli sport all’aperto. Vediamo il basic per praticare fitness in inverno?

 

Partire già “caldi”

Prima di uscire, meglio effettuare un riscaldamento. I muscoli e i legamenti devono entrare nel gelo già caldi: questo per evitare stiramenti e “crac” improvvisi. Se non è possibile riscaldarsi immediatamente prima, non partiamo mai di gran carriera: iniziamo magari camminando, senza forzare e in modo continuo, e aumentiamo mano a mano l’intensità. Allunghiamo i tempi dedicati al riscaldamento.

2

Non coprirsi troppo

Per praticare fitness in inverno è giusto coprirsi ma senza eccedere: non è bene che il sudore ristagni. Non è salutare tenere una “fascia” d’acqua fredda attorno al corpo. Per lo stesso motivo, è bene riparare al caldo subito dopo l’esercizio e cambiarsi subito. Anche la biancheria intima deve essere fatta in materiale che lascia traspirare.

3

La scelta dei capi

Per tronco e gambe si possono scegliere indumenti di materiale termico, in microfibra o teflon. Se vogliamo praticare fitness in inverno sul mercato troviamo poi diverse tipologie di “maglie termiche” pensate per lo sport, in vari materiali sintetici ma anche con lana Merinos. Spesso si opta per una maglia termica a maniche corte a contatto con la pelle e un maglione termico che aderisca al busto.

Evitare i capi troppo larghi, come le classiche tute: è vero che sono comode ma all’interno l’aria fredda continua a circolare.

4

Se piove e c'è vento

Non scoraggiarsi: ci sono soluzioni per praticare fitness in inverno.  Ad esempio i tessuti impermeabili in gore-tex. Per il vento, si può optare per k-way o giacche da vento di vario tipo. Ci sono anche quelle con la parte posteriore in rete per favorire l’evaporazione del sudore.

5

Testa e collo

Sono le aree corporee in cui si perde più calore. La mancanza di capelli richiede un adeguato cappello di lana, in particolare quando spira un vento freddo. Chi non è calvo può limitarsi a usare l’apposita fascia coprente per fronte e orecchie.

Sul collo ci sono due scuole: chi dice che è meglio ripararlo con una sciarpa, chi pensa invece che sia controproducente perché il sudore potrebbe raffreddare la parte. Si valuti per caso per caso, spesso può bastare una maglia a collo lungo. Se la usiamo, stiamo attenti quando togliamo la sciarpa esponendo gola e collo al gelo.

6

Mani

Una tattica, se fa molto freddo, è indossare guanti pesanti. O magari due, uno leggero e sopra uno pesante da togliere al bisogno.

7

Calze e scarpe

Usare calze invernali ma evitiamo di snaturare la calzata con un capo pesantissimo. No alle calze di spugna che trattengono il sudore.

Le scarpe, come sempre devono essere ben ammortizzate: se fuori c’è il ghiaccio o la neve si può optare per scarpe con battistrada accentuato, come quelle da trekking.

8

Alla fine della sessione

Non effettuare esercizi di stretching post-performance all’aperto. Praticare fitness in inverno, e all’aperto, richiede di ridurre i tempi di defaticamento: se corriamo rallentiamo semplicemente per qualche minuto, poi rientriamo. L’ideale sarebbe muoversi al caldo per un po’, poi passare a una bella doccia calda.

9

Alimentazione

Quando fa freddo si bruciano più calorie: il nostro corpo le usa per mantenere la temperatura corporea necessaria. Meglio aumentare quindi l’apporto calorico. E’ importante, inoltre, non fare fitness a stomaco pieno: una regola valida sempre ma a maggior ragione quando fa freddo. Come spiega Carmine Orlandi, nutrizionista e consigliere nazionale Sinseb (Società italiana di nutrizione, sport e benessere), la digestione richiama sangue e calore all’interno del corpo; il freddo richiama sangue all’esterno. Così facendo, praticare fitness in inverno può creare problemi digestivi.

 

VAI AI PRODOTTI FITNESS

 

Condividi sui social!

Fonti: Runner's World, http://www.runnersworld.it, GQ Italia, http://www.gqitalia.it, Testi M, Massini F, Correre al freddo, http://www.benessere.com, Bocchi M, La Gazzetta dello Sport, http://www.gazzetta.it, ADNKronos Salute, Antonella Petris (http://www.meteoweb.eu)


28 novembre 2016


Consigli Fitness


Giornalista professionista

Articoli correlati