Pelle sana con le vitamine del gruppo B

La pelle è sana con le vitamine del gruppo B perché ognuna di esse svolge un ruolo protettivo

La pelle è sana con le vitamine del gruppo B, indispensabili perché svolgono attività diverse e complementari. Lo conferma Maria Gabriella Di Russo, specialista in Idrologia medica e docente Master di Medicina estetica all'Università di Pavia. «Le azioni di difesa della pelle sana svolte dalle vitamine del gruppo B sono sfaccettate e completano gli effetti positivi svolti dalle altre vitamine: A, C, E, H. Le indicazioni delle linee guida a seguire un’alimentazione variata sono infatti indirizzate proprio a garantire un introito adeguato di tutti questi elementi». Esaminiamole una per una.

Le funzioni svolte dalle vitamine del gruppo B

La pelle è sana con le vitamine del gruppo B. Perché? Vediamole nel dettaglio.

 

  • VITAMINA B2

Chiamata anche riboflavina, questa vitamina del gruppo B protegge la pelle e anche le mucose (labbra). Se ne assumiamo troppo poca, riducendo l’apporto di cereali integrali, verdure a foglia larga e legumi, le labbra si screpolano e fessurano e si favorisce l’accumulo di sebo nella ben nota zona a T, con la comparsa di brufoli ad apice bianco.

 

  • VITAMINA B3

È chiamata anche niacina. La pelle, grazie alla vitamina B3, riceve tutti i nutrienti che le occorrono in modo corretto, perché la niacina protegge le pareti dei vasi sanguigni e favorisce perciò la circolazione. Se la vitamina B3 scarseggia, la pelle è più soggetta a dermatiti (arrossamenti, secchezza, desquamazione). Cereali integrali, legumi, semi (girasole, lino, zucca), noci, pesce e frutti di mare, verdure a foglia ne sono i fornitori principali.

 

  • VITAMINA B5

La pelle è sana con le vitamine del gruppo B perché, come accade per questa specifica vitamina (nota anche come acido pantotenico), riesce a difendersi meglio dagli stimoli stressogeni di varia origine. Broccoli, cavoli e cavolfiori ne sono ricchi, mais e semi di girasole sono buoni fornitori, così come i loro oli non raffinati e, infine, gli onnipresenti cereali integrali.

 

  • VITAMINA B6

La chiamano anche piridossina. La pelle non può fare a meno di questa vitamina del gruppo B, senza la quale, peraltro, soffre tutto l’organismo. Infatti la vitamina B6 è indispensabile per utilizzare (metabolizzare) al meglio proteine, grassi e carboidrati. È evidente che senza un adeguato metabolismo di proteine, grassi e zuccheri tutti i tessuti, pelle compresa, non possono essere costruiti, rinnovati, nutriti e mantenuti integri e sani. La carenza da vitamina B6 per la pelle significa spesso la contemporanea comparsa di due manifestazioni opposte: desquamazione da secchezza ed eccesso di sebo. L’esempio più noto è la forfora. Altrettanto frequenti sono le eruzioni cutanee. Riso integrale, farina di grano saraceno, legumi, carote, cavoli, semi di girasole, pesce sono le fonti privilegiate.

Le funzioni svolte dalle vitamine del gruppo B

  • VITAMINA B9

È nota a tutti come acido folico e si sa che è indispensabile per la crescita corretta del feto. La carenza nei primi mesi di gravidanza espone il feto al gravissimo rischio di nascere con spina bifida. Prima e dopo la nascita, tutto l’organismo, non può restare senza vitamina B9. Oltre a contribuire al corretto metabolismo dei grassi, la vitamina B9 è indispensabile per la formazione dei globuli rossi e, quindi, per il corretto trasporto di ossigeno anche alla pelle. Fonti alimentari di B9 sono: verdure a foglia verde (spinaci, lattuga), broccoli e asparagi, legumi, cereali integrali, limoni, arance, kiwi, fragole e fegato.

 

  • VITAMINA B12

È una vitamina irrinunciabile per la vita, perché condiziona la formazione dei globuli rossi, la funzionalità del sistema nervoso centrale e periferico, l’integrità del DNA, il metabolismo di proteine e grassi. La carenza di vitamina B12 è una delle principali cause di anemia, ma si riverbera anche su tutto l’organismo, pelle compresa.

Fonti: Fonti: http://www.mariagabrielladirusso.it/alimentazione.php

01 agosto 2016


Alimentazione Approfondimento Prevenzione

Giornalista professionista


Articoli correlati

Contenuto Web