Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Prodotti repellenti per le zanzare

Verità e falsi miti da conoscere per sconfiggere le zanzare durante la stagione calda

Prodotti repellenti per le zanzare: quale scegliere? Secondo le indicazioni degli esperti che fanno capo alla International Society of Travel Medicine e le conferme della ricerca più recente, è bene sgombrare il campo da convinzioni superate e falsi miti. Una convinzione superata, per esempio, riguarda la presunta tossicità, soprattutto infantile, della dietil-toluamide, più nota come DEET.

 

  • DEET

Nota da 60 anni e ripetutamente messa alla prova, invece, la dietil-toluamide non ha mai tradito: «I casi di tossicità segnalati in letteratura sono sempre stati provocati da ingestione del prodotto, mai dopo applicazione cutanea» dichiara Franco Giovanetti, specialista in Igiene e Medicina preventiva, membro della International Society of Travel Medicine.

«Inoltre, uno studio su oltre 20mila casi di esposizione accidentale alla DEET a tutte le età, pubblicato sull’ Internationa J of Toxicoogy nel 2002, ha messo in luce nei bambini un tasso di eventi avversi inferiore rispetto agli adulti».

«La DEET resta il prodotto repellente per le zanzare più efficace e sicuro, addirittura a partire dai 2 mesi di vita, in gravidanza e allattamento» afferma Walter S. Leal, entomologo della University of California. «Soprattutto oggi, in cui molte aree mondiali devono fronteggiare il nuovo rischio Zika (senza dimenticare la diffusione in gran parte di Asia e Africa della malaria), proteggersi dal morso delle zanzare è imperativo.

Una concentrazione del 20% è sufficiente, anche se in particolari condizioni si può arrivare al 30 o 50%. Durata della protezione: da 4 a 8 ore, crescente secondo la concentrazione. Esiste anche una formulazione a lento rilascio, che dura circa 11 ore».

Un’avvertenza: il DEET può essere applicato su cotone, lana e nylon senza problemi, ma danneggia plastica, cuoio, vinile, spandex e materiali verniciati.

 

Prodotti repellenti per zanzare: verità e falsi miti da conoscere

 

  • PICARIDINA

Nota anche come icaridina (KBR 3023) è un derivato della piperidina. È presente sul mercato dagli anni Duemila.

Oltre che come prodotto repellente per le zanzare, la picaridina è efficace anche contro altri insetti (mosche, zecche) portatori di malattie. «L’uso è consigliato non prima dei due anni di età» afferma Stacy Rodriguez, del Molecular Vector Physiology Laboratory all’Università del New Mexico. «I prodotti con il 20% di picaridina proteggono per circa 8 ore.

A differenza del DEET, la picaridina non danneggia plastica, cuoio e materiali verniciati».

  • CITRIDIOLO

Prodotto dalla distillazione dell’olio essenziale di Eucalipto citrato, questo estratto è il prodotto repellente per le zanzare, mentre l’olio essenziale invece non ha alcun potere).

Noto anche come PMD (p-mentano-3,8-diolo), il citridiolo, nonostante sia di derivazione vegetale, non deve essere usato nei bambini di età inferiore ai 3 anni (raccomandazione della Food and Drug Administration Usa) perché provoca facilmente irritazioni oculari. Assicura una protezione tra 4 e 7 ore, secondo la concentrazione scelta.

Stacy Rodriguez, del Molecular Vector Physiology Laboratory all’Università del New Mexico, inoltre, cancella un falso mito, sconfessando l’efficacia dei braccialetti impregnati di olio essenziale di Eucalipto citrato, ma anche delle candele alla citronella («hanno lo stesso effetto repellente di qualunque candela» assicura) e degli apparecchi a ultrasuoni: «Non funzionano» dichiara, dopo averli testati in laboratorio.
 

  • ESTRATTI VEGETALI VARI

I prodotti repellenti per zanzare a base esclusivamente vegetale, come gli oli essenziali di citronella, geranio, lavanda, pino, cannella, rosmarino eccetera non sono mai stati studiati in modo approfondito in laboratorio.

SI sa però che la protezione offerta è molto breve, non oltre i 20 minuti. L’olio di semi di soia, associato a olio essenziale di geranio e olio di cocco, proteggerebbe invece per circa 3-4 ore.

 

Prodotti repellenti per zanzare: verità e falsi miti da conoscere

 

  • PRECAUZIONI

«Qualunque sia il prodotto repellente per zanzare utilizzato, in età pediatrica sono indispensabili alcune precauzioni di buon senso» conclude Franco Giovanetti.

«Inutile utilizzare i repellenti sulle zone coperte dai vestiti; mai spruzzare direttamente gli spray sulla pelle dei bambini, ma applicarla manualmente; utilizzare solo la quantità necessaria; non ripetere l’applicazione a intervalli inferiori a quelli raccomandati; non applicare il repellente sulle mani dei bambini molto piccoli, perché si mettono sempre le mani in bocca.

Infine: mai applicare a concentrazioni superiori a quelle necessarie, calcolate in base alla durata prevista dell'esposizione».

 

leggi altri articoli

 

Fonti: www.istm.org, N Engl J Med 2002; 347:13-18July 4, 2002DOI: 10.1056/NEJMoa011699 https://ucdavis.mediaspace.kaltura.com/media/Zika+Virus+Public+Awareness+Symposium/0_n3aupf5c/25823572 http://www.fda.gov/


7 maggio 2017


Approfondimento Prevenzione


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web