Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Punture di zanzare frequenti: perché?

Le zanzare pungono sempre te? Ecco i motivi della preferenza

Punture di zanzare frequenti: che cosa attira di più questi insetti così molesti (e spesso pericolosi?. Gli entomologi (cioè gli studiosi di insetti) e i biologi hanno spiegato perché alcune persone sono il bersaglio preferito di queste sgradevoli attenzioni. Dall’American Mosquito Control Association (l’Associazione Americana per il Controllo delle Zanzare), si ricorda a tutti che il sudore è un potente fattore di attrazione per le zanzare, tanto più se associato a una temperatura corporea resa più elevata dall’attività fisica: «Il sudore è ricco di acido lattico, il cui aroma è per loro irresistibile» afferma l’entomologo Joseph M. Conlon.

 

Punture-zanzare-frequenti

 

Proprio l’odore si conferma, per le zanzare così come accade per tutto il mondo animale, un elemento decisivo della scelta. Ecco perché le punture di zanzare frequenti sono appannaggio delle donne al terzo trimestre di gravidanza (attorno alla 28^ settimana): misurando l’anidride carbonica emessa col respiro, si è visto che nelle ultime settimane di gestazione l’emissione è doppia rispetto alle donne che non sono in attesa. Non solo: «È molto probabile che le zanzare percepiscano anche altri aromi volatili emessi in questo periodo particolare della vita, che condizionano le particelle odorose emesse sulla pelle e sintetizzate dalla microflora che riveste la cute» dice Laura Herrington, entomologa della Cornell University.

E il coinvolgimento di aromi non percepiti dall’olfatto umano, ma dalle zanzare sì, viene ipotizzato anche per le punture di zanzare frequenti nelle persone con gruppo sanguigno Zero: lo riferisce uno studio pubbicato sul J. of Medical Entomology. Ancora: sembrerebbe, da studi condotti su piccoii gruppi di volontari esposti al rischio zanzare dopo aver bevuto acqua o bevande alcoliche, che proprio l’alcol (da birra, vino, superalcolici) sviluppi sulla pelle dei bevitori un certo non so che, estremamente attraente per questi insetti.

 

Punture-zanzare-frequenti

 

Infine, ecco il tocco genetico che ormai non può mancare: secondo uno studio condotto alla London School of Hygiene and Tropical Medicine, chi sfugge a punture di zanzare frequenti lo deve a un gene stimolatore di un repellente naturalmente sintetizzato dall’organismo. Se invece la nostra genetica pende dalla parte della popolazione “mangiata viva” dalle zanzare a ogni calar del sole, il consigli sono sempre gli stessi: vestire di bianco; indossare maniche lunghe e pantaloni lunghi (nei casi peggiori anche calzini che proteggano le caviglie); spruzzare repellenti anti-zanzara non solo sulle parti del corpo scoperte, ma anche sugli abiti; camminare al centro di strade, sentieri e viottoli, perché le zanzare preferiscono i margini. Una doccia fresca spegne calore e sudore prima di andare a dormire, ma attenzione a non lasciare acqua stagnante nei sottovasi dopo aver innaffiato il balcone, perché è la nursery preferita dalle zanzare.Infine, per chi non può chiudere le finestre e dormire al fresco del condizionatore, le zanzariere impregnate di repellenti sono un’indispensabile risorsa notturna contro le punture di zanzare frequenti.

 

leggi altri articoli

 

Fonti: http://www.mosquito.org/ http://www.health.com/family/mosquitoes-bites J Med Entomol. 2004 Jul;41(4):796-9. http://www.nbcmiami.com/news/local/Mosquitoes-Prefer-People-With-Type-O-Blood-Study-Finds-215742751.html http://www.lshtm.ac.uk/newsevents/news/2015/twins_mosquito_study.html

 

Condividi sui social!


5 agosto 2016


Approfondimento Prevenzione


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web