Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti promozioni, informazioni e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di utilizzo. Se vuoi saperne di più visita la Cookie Policy page. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookie.

Smettere di fumare con le erbe

Un valido aiuto per liberarsi dal fumo: la fitoterapia

È possibile smettere di fumare con le erbe? Liberarsi della sigaretta non è facile: richiede grande determinazione e notevole forza di volontà.

La fitoterapia indica alcuni ausili per la disassuefazione da questa cattiva abitudine deleteria per la nostra salute. Da sole le erbe non bastano ma, se si prende l'impresa seriamente, facendosi seguire da persone esperte, alcune possono essere d'aiuto.

Quali sono? Vediamole insieme.

 

  • Piantaggine

In erboristeria e in farmacia, in diverse formulazioni, si trova la Piantaggine. Generalmente si usa la tintura madre.

Si applica spennellandola sulle gengive oppure direttamente per via orale, tenendola qualche secondo in bocca. Dose: 7-10 gocce in acqua, lontano dai pasti per 5 volte al giorno.

 

  • Pueraria lobata

Interagisce con i recettori della nicotina. Si cerca così di superare le crisi di astinenza che si verificano interrompendo l’assunzione di questa sostanza. Ma non è ancora del tutto chiaro come agisca questa pianta.

La cosa certa è che si tratta di un rimedio utilizzato di frequente per disassuefarsi dal fumo o dall'alcol. Si ricorre spesso agli estratti secchi in compresse o capsule.

 

  • Iperico

Per smettere di fumare con le erbe si propone anche l'iperico o erba di San Giovanni. La pianta viene consigliata anche come rimedio per stati depressivi lievi o moderati. Sempre da escludere in gravidanza o allattamento, l'estratto o la tintura madre richiedono una guida esperta in quanto può causare interferenze con alcune categorie di farmaci.

 

  • Avena

Quando si decide di buttare la sigaretta possono aggravarsi stati d'ansia e si è meno protetti dagli “attacchi” dello stress. Per superare il problema potrebbe dare una mano l'Avena sativa in tintura madre (40-50 gocce prima dei pasti).

 

vai al test

 

Chiedere sempre un consulto anche se si pensa di smettere di fumare con le erbe

Detto questo, va sottolineato che per abbandonare il fumo esistono specialisti che se ne possono occupare ricorrendo a vari ausili farmacologici e terapie comportamentali. Non pensiamo che smettere di fumare con le erbe sia la soluzione finale. Il ricorso alle erbe può rappresentare un valido aiuto ma la sfida è grande.

Va anche detto, poi, che esistono piante che sembrano donare sollievo dalle conseguenze del fumo, proteggendo gli epiteli delle vie respiratorie. C'è chi dice che risultino utili contro tossi e catarri ma la vera mossa vincente sarà liberarsi dalla schiavitù della sigaretta.

 

prenota

BIBLIOGRAFIA: Stefania La Badessa (www.fitogirl.it), "Erbe anti-fumo", L'altra Medicina Magazine n° 46


2 marzo 2017


Approfondimento Prevenzione


Giornalista professionista

Articoli correlati

Contenuto Web