Una sana attività sessuale fa bene alla salute

Una sana attività sessuale fa bene alla salute di donne e uomini proteggendoli da moltissime malattie

L’attività sessuale fa bene alla salute di donne e uomini e riflessi positivi si ottengono anche nelle persone con problemi cardiovascolari stabilizzati dalle terapie, con un corretto stile di vita e che seguono i programmi di controllo concordati con il loro medico di fiducia. Sono queste le certezze della ricerca pubblicata sul “Canadian Journal of Cardiology” (Can J of Card 2016; 32: 410-420).

Nelle persone senza problemi, l’attività sessuale fa bene alla salute in termini di prevenzione

Del resto, non si può negare che una buona attività sessuale contribuisca a una buona qualità della vita e anche la ricerca è concorde nell’affermare che sia anche un esercizio fisico a tutti gli effetti.

Nelle persone senza problemi, l’attività sessuale fa bene alla salute in termini di prevenzione. Una review ormai classica, pubblicata nel 2009 sul Journal of Sexual Medicine, aveva riassunto le evidenze principali, con la firma di diversi specialisti.

Tutti gli autori concordano nell’affermare che un’attività sessuale “sana, soddisfacente e frequente” dovrebbe essere prescritta “come un farmaco, per migliorare la salute generale e sessuale di individui e coppie”.

Nelle persone senza problemi, l’attività sessuale fa bene alla salute in termini di prevenzione

Negli uomini l’attività sessuale fa bene alla salute ormonale e prostatica

Dal punto di vista maschile, Emmanuele Jannini (attuale presidente della Società italiana di Andrologia e Medicina Sessuale) precisa che «una buona salute sessuale può essere considerata un indicatore affidabile di buona salute generale, sia fisica sia psicologica».

Sempre nel sesso maschile, una frequente e soddisfacente attività sessuale si correla con maggiori livelli di testosterone prodotto dall’organismo. Com’è noto, adeguati livelli di testosterone si associano con una miglior salute complessiva.

Un versante delicato del rapporto tra attività sessuale e benefici per la salute nell’uomo riguarda la ghiandola prostatica. Chris McMahon (Australian Centre for Sexual Health di Sydney) cita su tutti i risultati di un grande studio statunitense, che segue da trent’anni circa 50mila specialisti in discipline mediche, con un’età compresa tra 46 e 81 anni al momento dell’inclusione nella ricerca: lo Health Professionals Follow-up Study.

Ebbene, dall’analisi di questo studio emerge che, tra i benefici per la salute dell’attività sessuale costante va annoverata anche la maggior frequenza di eiaculazioni, che sarebbe associata a un minor rischio di carcinoma prostatico.

McMahon spiega questo effetto protettivo in tre modi:

  • una minore concentrazione all’interno della prostata di composti potenzialmente carcinogeni 
  • la riduzione dello sviluppo di cristalloidi, anch’essi lesivi
  • il rilassamento, attraverso complessi passaggi neurormonali, concorrerebbe a controllare il rilascio di alcuni fattori di crescita implicati nella rischio di tumore.

Negli uomini l’attività sessuale fa bene alla salute ormonale e prostatica

Nelle donne l'attività sessuale fa bene alla salute dell'apparato genito-urinario e previene ansia e depressione

L’attività sessuale fa bene alla salute anche nel sesso femminile, come sottolinea il ginecologo svizzero Johannes Bitzer (Ospedale Universitario di Basilea). «Un’attività sessuale soddisfacente e senza rischi per la salute (vale a dire in primo luogo gravidanze indesiderate, ma anche trasmissione di malattie), stimola reazioni fisiche e psicologiche che contribuiscono alla salute mentale e fisica della donna e che rivestono anche importanti azioni preventive».

Ecco quali:

  • Dal punto di vista fisico, l’attività sessuale fa bene alla salute dell’apparato genito-urinario:

Mantiene nel tempo l’elasticità, la lubrificazione e il trofismo (capacità rigenerativa) delle pareti vaginali. In questo modo si riducono i rischi di assottigliamento delle pareti e secchezza vaginale, primi fattori di rischio per infezioni (cistiti), dolore ai rapporti (dispareunia) e infiammazioni.

Anche la funzionalità del pavimento pelvico è più protetta nel tempo, riducendo in modo significativo il rischio di prolasso e incontinenza.

  • Più intima, ma non meno importante:

Una buona attività sessuale, grazie alle reazioni neuroumorali indotte da piacere e rilassamento può, nel medio e lungo termine, avere un impatto positivo anche sull’immagine corporea che ciascuna donna “sente”, riducendo il rischio di disturbi correlati a una distorta percezione di sé.

  • L’attività sessuale fa bene alla salute, infine, anche dal punto di vista endocrinologico:

Promuove il rilascio di ossitocina e dopamina: questi due ormoni sono, com’è noto, coinvolti positivamente nella modulazione dell’umore e contribuirebbero così a proteggere da stati di ansia e depressione.

Fonti: http://www.onlinecjc.ca/article/S0828-282X(16)00198-7/pdf archiviato in http://www.webcitation.org/6kdkY99ee

10 giugno 2016


Approfondimento Prevenzione Salute

Giornalista professionista


Articoli correlati

Contenuto Web