Come affrontare l'insonnia: la digitopressione

La digitopressione per l'insonnia è una pratica della medicina tradizionale cinese che sfrutta i canali energetici

Per curare l'insonnia senza farmaci si possono scegliere diversi rimedi. Negli ultimi tempi troviamo sul mercato dei dispositivi (bracciali) che si applicano sul polso per stimolare alcuni punti. Sono quelli indicati dalla medicina tradizionale cinese.

Nella digitopressione per l'insonnia si parte dalla stimolazione del punto corrispondente al cuore

Uno di questi è il punto H7, dove la lettera “H” sta per “Heart”, cuore: si trova infatti sul meridiano del cuore. Si considera una forma di digitopressione per l'insonnia.

Nella digitopressione per l'insonnia si parte dalla stimolazione del punto corrispondente al cuore

Che non si tratti di una tesi priva di fondamento lo dimostrano ormai alcuni studi, uno dei quali condotto dalle Università di Napoli, Perugia e Palermo. In Cina è citato come il punto Shenmen, la “porta della mente”, che si consiglia di stimolare anche quando il tono dell'umore è basso e per altri tipi di disturbi.

Si localizza sulla parte interna del polso: immaginate una linea che scenda dall'anulare fino a incrociare la prima piega del polso. Nel caso del bracciale va indossato tutta la notte, oppure si può stimolare ripetutamente con le dita praticando una forma di digitopressione per l'insonnia.

La digitopressione si basa sulla teoria dei 14 meridiani principali dell'agopuntura, considerati i canali dell'energia vitale e legati agli organi dell'organismo. La correlazione tra meridiani e organi spiega, per esempio, perché l'applicazione di aghi, o anche una semplice pressione esercitata su determinati punti del piede, possa influenzare un organo distante come il fegato o il cervello.

Il punto PC-8 nella digitopressione per l'insonnia aiuta ad alleviare anche l'agitazione

Un altro punto utilizzato come digitopressione per l'insonnia è il PC-8 che incontriamo con il dito medio della mano quando facciamo il pugno. È detto “Palazzo del lavoro” ed è utile anche per alleviare stati di agitazione. Viene inquadrato come un punto Yin. L'insonnia, infatti, può essere favorita da una carenza di Yin - principio associato alla notte e al riposo, e corrispondente eccesso di Yang.

Il punto PC-8 nella digitopressione per l'insonnia aiuta ad alleviare anche l'agitazione

Nella digitopressione per l'insonnia si hanno benefici agendo sul punto corrispondente al fegato

I disturbi del sonno, secondo la medicina tradizionale cinese, richiedono comunque una diagnosi energetica ad hoc, perché l'insonnia può essere dovuta a diverse cause. Un terzo punto che può dare beneficio nella digitopressione per l'insonnia è 2F (Zhongdu, la “città capitale”), sul meridiano del fegato. Si trova tra l'alluce e il secondo dito della parte dorsale del piede, mezzo pollice sopra la commessura interdigitale.

Nella digitopressione per l'insonnia si hanno benefici agendo sul punto corrispondente al fegato

L'organo del fegato per la Cina è legato anche al controllo dell'emozione, della collera, del rancore e della frustrazione (noi stessi utilizziamo, infatti, l'espressione “mangiarsi il fegato”). Troppa energia su questo meridiano si traduce in agitazione e facciamo fatica a dormire.

Fonti:L'altra Medicina Magazine, n° 51; Gérard Edde, Il Manuale Pratico di Digitopressione, Macro Edizioni 2015

18 July 2016


Approfondimento Benessere Disturbi del sonno

Giornalista professionista


Articoli correlati

Web Content Article