Come riconoscere le apnee ostruttive del sonno: lo studio

La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) può essere associata a gravi complicanze per la salute

La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) può essere associata a gravi complicanze per la salute generale, soprattutto per l’apparato cardiovascolare. Questo rischio può essere particolarmente rilevante in previsione di un intervento operatorio ma la sua importanza è purtroppo spesso sottovalutata e sottodiagnosticata.

Lo studio

La Johns Hop-kins University School of Medicine di Baltimora (USA) ha quindi voluto svolgere un interessante studio, per sensibilizzare su questo problema i vari operatori sanitari coinvolti nella procedura chirurgica. L’American Society of Anesthesiology e l’American Acade-my of Sleep Medicine raccomandano infatti uno screening dell’OSAS prima di ogni intervento chirurgico.


L’obiettivo principale di questo studio è stato quindi quello di determinare la competenza di anestesisti, otorinolaringoiatri e internisti nel predire la presenza di OSAS tramite un’analisi fotografica diretta dei visi e delle posizioni del corpo dei pazienti durante il sonno.

Sono stati coinvolti 20 anestesisti, 10 otorinolaringoiatri e 11 medici di medicina interna.Questi medici hanno provato a “indovinare” l’OSAS dalle immagini fotografiche frontali e laterali del viso e del tronco di 56 pazienti.

Lo studio

I risultati

Nel complesso, gli operatori sanitari si sono rilevati piuttosto abili: hanno infatti predetto la risposta corretta in circa il 62% dei casi, senza differenze significative tra le diverse specializzazioni mediche.

Fonti:
Cheung K, Ishman SL, Benke JR, et al. Prediction of obstructive sleep apnea using visual photographic analysis. J Clin Anesth 2016;32:40-6.

19 July 2016


Approfondimento Disturbi del sonno

Medico di base - Pneumologo


Articoli correlati

Web Content Article